Il 2017 sarà l’anno dei ponti. No, non quelli fra le sponde dei fiumi ma quelli molto più interessanti dal punto di vista “pratico”. Ovvero: possibilità in più di vacanze, viaggi e tutto quanto fa riposo e lontanza dal luogo di lavoro. In pratica giorni, alquanto graditi, da aggiungere alle ferie.
Si inizia già fra pochissimi giorni con l’Epifania che cadendo di venerdì 6 gennaio garantisce un lungo week end di libertà.

Poi si dovrà aspettare fino a primavera inoltrata. Dopo Pasqua e Pasquetta (che saranno festeggiate il 16 e il 17 aprile) ecco un altro ponte all’orizzonte: il giorno della Liberazione il 25 aprile cade di martedì quindi via libera dal venerdì precedente.  Poco più tardi ecco la Festa del lavoro del 1 maggio che cade di lunedì.  Ancora un altro mese e si arriva al 2 giugno, festa della Repubblica, che si celebra di venerdì.
L’estate 2017 regalerà un ponte da solleone visto che Ferragosto si festreggia il martedì.  E il prossimo autunno? Ottime possibilità di allungare le vacanze dato che la ricorrenza dei Santi il 1° novembre sarà un mercoledì. Così l’Immacolata l’ 8 dicembre che cadendo di venerdì aprirà le porte a un inverno di lunghi week end aspettando il giorno di Natale che a differenza di quest’anno, celebrato di domenica, sarà di lunedì seguito da Santo Stefano, per la gioia di chi vorrà finire il 2017 con qualche ora di relax in più.

Fonte: Luisa Mosello per  ilmessaggero.it